Circa 1200 visitatori degli oltre 1500 che domenica scorsa hanno voluto ammirare i colori autunnali del Giardino di Ninfa hanno scelto di acquistare un’unica prenotazione aderendo alla promozione che prevedeva anche la visita alle bellezze del Comune di Cori. Il primo vero esperimento di prenotazione unica voluto dalla Fondazione Roffredo Caetani e reso possibile grazie alla collaborazione con i comuni di Cori, Norma e Sermoneta, è stato un successo.

Il progetto “L’anfiteatro dei Monti Lepini, Cuore di Ninfa”, finanziato con una prima tranche di fondi da LazioInnova, ha preso il via nel modo migliore, confermando l’importanza di un progetto turistico integrato tra le bellezze del territorio che parta proprio dalla perla più preziosa e certamente più conosciuta anche a livello internazionale: il Giardino di Ninfa.

Domenica scorsa, prima giornata-evento delle quattro previste dal programma, oltre 1500 persone hanno fatto visita al Giardino di Ninfa e di queste quasi 1200, hanno voluto aderire alla promozione che prevedeva la possibilità di visitare anche le bellezze del comune di Cori al costo complessivo di 20 euro. Le visite guidate nei luoghi più suggestivi del comune lepino sono state un successo e hanno dato la possibilità anche ai ristoratori del territorio che hanno aderito alla promozione che prevedeva un menù a prezzo fisso per i possessori delle prenotazioni, di far assaggiare ai turisti le bontà enogastronomiche partendo dai prodotti tipici coresi.

Il risultato ottenuto domenica – spiega il sindaco di Cori, Mauro De Lillis – è la dimostrazione che la collaborazione tra le realtà del territorio è fondamentale e che un percorso condiviso ci aiuta ad arrivare più lontano e a far conoscere la nostra storia, la nostra cultura, le bellezze straordinarie che contraddistinguono questa provincia e, in particolare Cori. Per questo motivo – ha aggiunto il sindaco – voglio ringraziare la Fondazione Roffredo Caetani per aver messo a disposizione il bellissimo Giardino di Ninfa e tutti gli amici che ci hanno aiutato ad organizzare questa bellissima giornata dedicata alla storia e alla cultura: l’associazione culturale Arcadia, la Pro Loco di Cori e gli Sbandieratori. Voglio ringraziare infine anche i colleghi sindaci dei comuni di Sermoneta e Norma che hanno creduto come noi in questo progetto che sta dando i primi frutti e che sono certo porterà altri risultati positivi per il futuro”.

Chi ama la bellezza del Giardino di Ninfa – spiega il presidente della Fondazione Roffredo Caetani, Tommaso Agnoni – non può non rispondere positivamente a iniziative che tendono, come in questo caso, a valorizzare la nostra cultura, quella del territorio in cui viviamo. Il risultato della prima giornata è stato entusiasmante ma dobbiamo lavorare affinché questo progetto abbia un ampio respiro e trovi ulteriore spazio in altre iniziative future. Oggi la sfida più immediata è fare bene anche per i prossimi appuntamenti a Sermoneta, Norma e per la giornata organizzata con l’associazione Strade del Vino. La Fondazione Roffredo Caetani – conclude Agnoni – ha messo in campo tutti gli sforzi necessari affinché queste iniziative abbiano successo e la sinergia in atto con i comuni è un segnale positivo che è stato colto dall’utenza che ha premiato la serietà e la competenza anche sul piano organizzativo”.

I prossimi appuntamenti:

Domenica 20 ottobre 2019: un’unica prenotazione per visitare il Giardino di Ninfa e le bellezze di Sermoneta. Per l’occasione saranno aperti al pubblico il Museo Diocesano, il Museo della Ceramica, il complesso monumentale di San Michele Arcangelo e il Castello Caetani. I ristoranti convenzionati: Chichibio, Magna & Bevi, Bonifacio VIII, Deliziosi & Veloci, Simposio al Corso, Da Elena, Da Marcello, Antico Emporio Stivali, Ghost, Al Castello.

Sabato 26 ottobre 2019: un’unica prenotazione per visitare il Giardino di Ninfa e le bellezze di Norma. Per l’occasione saranno aperti al pubblico con visite guidate il centro storico e il sito archeologico di Norba. Inoltre sabato 26 ottobre le vie del centro di Norma saranno animate dalla 51esima Sagra della Castagna. I ristoranti convenzionati: Trattoria Antichi Sapori, Ristorante Pizzeria A Casoma, Ristorante dal Sindacotto, Trattoria Pizzeria Paradiso, Ristorante 2001, Bar Trattoria The Brothers, Trattoria Pizzeria Nord Est, Ristorante La Piccola Fontana, Ristorante La Locanda di Valentino.

Domenica 27 ottobre: un’unica prenotazione per visitare il Giardino di ninfa e conoscere l’Associazione Strada del vino. Le colline intorno a Ninfa ad ottobre profumano della vendemmia da poco finita, degustare vini locali mentre la natura si colora d’autunno è una opportunità da non perdere. L’azienda agricola biologica Marco Carpineti apre le proprie porte per una visita in cantina alla scoperta del Bellone. I visitatori verranno accompagnati in un percorso poetico tra tradizione e modernità, dai vigneti alla cantina. La visita terminerà con un brindisi in bottaia a base di Kius, lo spumante che ha reso famosa questa cantina nel mondo. Sarà possibile inoltre pranzare in azienda solo su prenotazione oppure richiedere maggiori informazioni scrivendo alla mail visit@marcocarpineti.com.

Il Giardino di Ninfa sarà aperto anche sabato 19 ottobre in occasione della giornata nazionale dei Parchi Letterari Italiani con il suo percorso dedicato a Marguerite Chapin Caetani.