Territorio

Interpretazione ambientale: professione futuro.

COME TRARRE DAI BENI DI UN AMBIENTE
UNA OCCASIONE PER LAVORARE

Venerdì 11 aprile, a Cisterna di Latina, Conferenza Nazionale su
“Interpretazione Ambientale: Professione Futuro”.

Organizzata dalla Fondazione Roffredo Caetani, con la collaborazione e il patrocinio del Comune di Cisterna di Latina, dell’ Istituto Pangea, di Federparchi-Europarc Italia, del Consorzio Universitario CURSA,  di Interpret Europe, della C.C.I.A. Latina e della  Associazione Ambientalista Mare Vivo, si è svolta venerdì 11 aprile, con inizio alle ore 9.30, presso la Sala del Consiglio comunale di Cisterna la conferenza nazionale dedicata al progetto “Professione Futuro”.

L’iniziativa è volta ad aprire una nuova finestra di possibilità lavorative al mondo dei giovani e dei non giovani, che decidano di fare della Natura non solo il campo delle loro attenzioni di persone sensibili, ma anche una occasione professionale.
E’ noto che il nostro Paese vanta il patrimonio storico, artistico e naturalistico tra i più vasti e diversificati nel mondo, ma spesso mancano le occasioni per farne scaturire anche ragioni di una sana formazione economica. Con il sostegno morale del Comune di Cisterna e l’attenzione operativa della Camera di Commercio di Latina, la Conferenza di venerdì prossimo punta  ad illustrare al mondo dei giovani e a quello della Scuola in particolare, ma a tutti coloro che si ritengano affascinati dal tema, le possibilità che si affacciano ad un orizzonte professionale.

La mattinata si è svolta presso la Sala consiliare del Comune, e è stata seguita da una visita al Giardino di Ninfa Ninfa.
Dopo il saluto del sindaco Antonello Merolla e del Presidente della Fondazione Caetani, Pier Giacomo Sottoriva, la conferenza è proseguita con l’intervento dello scozzese Michael Glen, Direttore di Touchstone e Presidente di Interpret Europe, seguito dal Presidente onorario del WWF Italia, Fulco Pratesi, Consigliere della Fondazione Italia; l’Istituto Pangea Onlus. Giampiero Sammuri, Presidente Federparchi, Maurilio Cipparone, del Consorzio universitario CURSA e della Fondazione Roffredo Caetani, da  Maria Laura Talamé, del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, e dal vice presidente della Fondazione Caetani, Tommaso Agnoni, che ha tratto le prime conclusioni.

Il tema dell’incontro è stato l’”Interpretazione del paesaggio”, come modo di introdurre i visitatori alla conoscenza globale del bene, naturalistico, culturale, storico, antropologico che costituiscono l’unità di un ambiente, includendovi anche i suoi prodotti tipici e genuini.

Alle 15.30 , con bus navetta messo a disposizione dal Comune di Cisterna di Latina, è stata effettuata una visita guidata e “interpretata” al Giardino di Ninfa Con interpretazione “sul campo” condotte da Interpreti ambientali dell’Istituto Pangea.
PROGRAMMA DELLA CONFERENZA